Descrizione

Un’occasione eccezionale per la piazza di Monselice.
Un appartamento pronto all’uso, che puoi entrare a viverci da subito, ultimo piano di un piccolo contesto di sole 4 unità.

Siamo in via Vò de Buffi, la strada che gira attorno alle proprietà della parrocchia dei Frati, che costeggia il famoso Boschetto, e che proseguendo arriva fino a via Carrubbio dove c’è l’entrata del Palazzetto dello Sport, della piscina, ma soprattutto dei poli scolastici Zanellato e Kennedy (oltre che dell’asilo nido comunale).

Per una famiglia con bimbi più o meno piccoli, comprare casa qua significa scrollarsi di dosso un peso enorme.
Siamo onesti, far collimare i mille impegni dei nostri ragazzi, con le esigenze lavorative e di vita, è una delle situazioni più stressanti che affrontiamo quotidianamente. Chi abita fuori città, ma parlo anche chi sta a San Bortolo, al Marco Polo, avere una statale da attraversare, chilometri di strada da fare tutti i giorni portare avanti-indietro i ragazzi a scuola, al catechismo, a fare sport, diventa praticamente un lavoro.

Qui hai la possibilità di comprare casa, e al tempo stesso guadagnare un po’ di serenità (oltre che di tempo libero), con i tuoi ragazzi che potranno gestirsi in maniera autonoma un bel po’ di appuntamenti quotidiani.

Tra tutti i vantaggi di questo appartamento, quello della zona è sicuramente la chiave di volta per la decisione definitiva.
Ovviamente abbiamo molti altri punti di forza, e poi verso la fine ti racconto anche quello che magari ritengo l’unico svantaggio di questa proposta.
Ma parto dalle altre caratteristiche interessanti.

Punto primo, le dimensioni.
105 metri calpestabili (attenzione a chi ti parla di metratura e poi intende solo quella catastale; ad esempio qui sono 116 metri).
Significa avere una buona zona giorno, con cucina e salotto separati, tre stanze da letto, bagno e disimpegno.
Una metratura e spazi giusti da famiglia di 4/max 5 persone. Ecco, niente a che vedere con gli appartamenti nuovi per intenderci.

Punto secondo, l’esposizione e i tre lati liberi.
Prova a pensare un appartamento dove affianco a destra ne hai uno, sulla sinistra un altro, non parliamo se sei pure piano di mezzo con uno sotto e uno sopra. Ok comprare un appartamento, ma neanche da essere soffocato dal vicinato. Che oggi può essere quello più tranquillo del mondo, ma domani uno di questi vende e ti arriva un rompiscatole, che hai finito di vivere (ed è il motivo della maggior rotazione di vendite in condominio anzichè in un quartiere di case singole).
Qui hai solo un appartamento affianco, con gli altri tre lati liberi. Tra l’altro, con la miglior esposizione possibile est-sud-ovest, praticamente luce tutto il giorno.

“Sarà molto caldo d’estate..” Meglio spendere per un buon climatizzatore e delle tende da sole, piuttosto che avere un appartamento umido e con la parete a nord la muffa perenne. Oltre al risparmio enorme col la bolletta del gas in inverno!

Terzo ed ultimo punto. Contesto piccolo e spese condominiali irrisorie.
Hai presente le riunioni condominiali che affittano la sala del patronato per riuscire a farci stare tutti? Ecco… dimenticale pure!
Solo altri 3 vicini, una gestione interna del “bene comune”, con spese ridicole, meno di 1 pizza al mese!
Un contesto così ristretto, oltre che farti risparmiare parecchio mensilmente a livello economico, garantisce anche risparmio di tempo e incazzature varie. Dì poco di questi tempi…

In mezzo ad un mare di PRO, c’è anche un possibile CONTRO. “Possibile” perchè puoi vederlo da entrambi i lati della medaglia.
Secondo piano senza ascensore.

E’ un contro perchè taglia un pubblico over 50/55 che il centro e la piazza, gli spazi comodi, è sicuramente un target perfetto per questo acquisto. Ma andare ad un piano alto, senza avere la comodità dell’ascensore, può essere un rischio per gli anni a venire.
Sotto quell’età, la famiglia media 35/40 anni, non ha certo di questi problemi.

Di solito per questi casi guardo però anche l’altro lato della medaglia, quello prettamente più pratico ed economico.
Quello pratico, è vero che un primo piano sarebbe meglio perchè hai meno scale, ma un primo piano significa nel 90% dei casi (e questo sarebbe uno di quelli) avere qualcuno che ti cammina in testa, con tutti i possibili disagi del caso (quante guerre intestine tra condomini per aspirapolveri accesi alle 7 della domenica mattina o zoccoli anziché le ciabatte di plastica!).
Quello economico (e questo chi ha l’ascensore e sa quello che significa) un risparmio medio di 4/500€ l’anno; e sempre che ti vada bene, non si rompa, o che tocca fargli interventi straordinari.

Riassumendo.
Stai cercando casa per la tua famiglia, non vuoi rinunciare alla comodità di spazi grandi e al pregio di un contesto piccolino. Desideri che i tuoi figli siano autonomi per la maggior parte dei loro impegni. Sei contento di andare all’ultimo piano, così non hai nessuno sopra la testa, e un po’ di scale le trovi un sano allenamento quotidiano e un risparmio notevole tutti gli anni.
Non perdere altro tempo e chiamami subito!

Ti lascio il mio numero diretto 3459947284 (Filippo).
Anche se l’appartamento è già libero, ho organizzato giorni e orari specifici di visita con i proprietari, che sono il Martedì e il Giovedì nel pomeriggio. Chiamami con un po’ d’anticipo perchè il mercato sta tirando parecchio e siamo full (quasi) di settimana in settimana.

Ci vediamo in agenzia!

Efficienza energetica

In fase di definizione