Descrizione

Siamo ai piedi del Montericco, in una delle zone più ambite della città, il quartiere del Carmine.

Ambita perché?
Indubbiamente, per la posizione favorevole rispetto il centro cittadino. In bici, o anche a piedi, raggiungi in un attimo tutti i negozi e gli altri servizi necessari nella quotidianità.
Poi, per la comodità alla stazione ferroviaria e alle scuole. Il Carmine è il quartiere delle famiglie, di chi esce dal centro ma vuole i propri ragazzi indipendenti su tutto. Muoversi per andare all’università, muoversi per i pendolari che si recano al lavoro a Padova o a Venezia, muoversi con i più piccoli per portarli alla Guinizzelli, e per i più grandicelli per recarsi al Cattaneo.
Poi il Carmine ha il vantaggio della presenza dominante del Montericco, e per chi ama passeggiare o godersi qualche ora immerso nella natura, si sa che la scampagnata fino all’Ercole è quasi un rito per la gente di Monselice e non solo.

Trovare casa al Carmine sta diventando sempre più difficile.
Intanto, perché di nuove non ne costruiscono. E meglio così!
In secondo luogo perché, chi ci abita, difficilmente va via, a meno di trasferimenti di lavoro o perché viene a mancare qualcuno in famiglia.

Beccare poi un’opportunità da comprare all’interno del residence Bellavista, è merce ancor più rara!
Qui pare di essere in villeggiatura, altro che Monselice.
Il residence stesso è costruito come quelli che trovi al mare, solo con un prato verde enorme al centro, al posto della piscina.

Edificato alla fine degli anni ’90, fu da subito una delle costruzioni più ambite della città.
Due fabbricati speculari tra loro, circondati dalla strada privata di manovra e d’accesso ai garage (garage tutti fuori terra tra l’altro), con l’ampio parco verde in mezzo, e con una visuale splendida sul colle più alto di Monselice (da qui il nomignolo “Bellavista”).
Più “scale condominiali” interne, frazionate su 4 o 6 appartamenti, a garantire minor condivisione degli spazi comuni, e automaticamente maggior tranquillità per i residenti.

Ancor oggi, passati oltre vent’anni, oltre il 60% degli appartamenti che compongono questo residence, sono occupati dai primissimi proprietari acquirenti.
Questo a testimonianza di acquisti oculati a lungo termine, e di una serenità di rapporti tra vicini e di stile di vita, che qui non sono mai mancati. Oltre appunto, a conferma che difficilmente si trova da comprare qui dentro!

Anche l’appartamento che ti propongo, è uno di quelli che è sempre stato occupato e sempre stato vissuto dalla stessa proprietaria.
Oltre vent’anni qui, senza mai cambiare, dopo aver vissuto una vita in casa per conto suo. Rimasta vedova in quella casa enorme, l’esigenza di avvicinarsi ai figli, ma anche la ricerca di una situazione che non fosse il classico condominio da città dove nascono questioni ogni giorno.

Immagina tuo papà anziano, immagina i tuoi genitori ormai rimasti soli perché voi figli siete tutti sposati: l’esigenza “sì” di trovare qualcosa di più piccolino, ma non di certo per mandarli a morire dentro un caos di condominio!

Come fu all’epoca per Agnese, che nel Bellavista, in questo appartamento, ha trovato la soluzione ideale per sentirsi “a casa”.
Una “casa” ovviamente più piccola della precedente, più “a misura” per le esigenze di una signora anziana, ma che comunque non le facesse mancare nulla in termini di tranquillità, e -anzi- le garantisse più comodità ai servizi e una ritrovata indipendenza nonostante gli anni che avanzavano.

Ecco perché oggi, questo appartamento voglio proporlo a chi ha le stesse necessità.
Il target è perfetto per due persone. Due camere da letto, soggiorno e cucina insieme non tanto grandi -il giusto per ricevere qualcuno a pranzo o a cena ma senza dover diventare poi matti a pulire- un bagno grande con la doccia, elemento fondamentale con l’avanzare dell’età.

Al primo piano, senza troppe scale; ma nemmeno al piano terra, dove sono maggiori i rischi con tutto quello che si sente in giro al giorno d’oggi.
Un garage enorme, e questo è fondamentale soprattutto per chi proviene appunto da una casa enorme, sempre abituati a tenere tutto, e per cui è anche difficile disfarsi dei ricordi del passato. Qui con quasi 30 metri di garage, c’è il posto per tenere tutto o quasi!

Due poggioli grandi, uno dalla camera principale, l’altro dalla zona giorno; ma anche, uno più piccolino dalla seconda stanza da letto. Il tutto, per non far dimenticare la sensazione piacevole che si prova alzandosi dal letto la mattina, e spalancando i balconi per respirare un po’ d’aria fresca.

Ora, non ti resta che venirlo a vedere!
Non occorre convincere i tuoi genitori oggi a spostarsi. E ti spiego anche perché: avremo già fatto una dozzina di vendite da quando è partito il problema del covid, di clienti che hanno acquistato per investimento, per non tenere i soldi fermi a rischio in banca, con la prospettiva futura che l’acquisto venisse buono in futuro per i genitori.

Il ragionamento che hanno fatto queste persone è stato proprio quello di levare i soldi dalla banca, che non solo marcivano a zero-interessi, ma che adesso erano anche a fortissimo rischio svalutazione.
Intanto han comprato una soluzione che sicuramente può venir buona per il futuro, e poi poco alla volta cominciano a “far passare” l’idea ai genitori anziani, che c’è questa possibilità di sistemarli un po’ più comodi a tutto, rispetto a dove stanno adesso.

Per questo mi rivolgo a te figlio, o figlia.
Vieni tu a vederlo, fai tu l’investimento di comprare, che qui va tranquillo che -mal che vada- lo affitti dall’oggi al domani in questa posizione.
Poi ai tuoi “vecchi” lo fai vedere, gli parli, hai qualche mese davanti per decidere il da farsi, ma intanto hai
1-tirato via i soldi a rischio da in banca
2-senza troppi patemi dai la possibilità ai tuoi di ragionarci, senza farli sentire alle strette o col fiato sul collo

Se ti interessa la questione, ti lascio il numero di Elena 3459943687, che è lei che si occupa poi delle visite e di tutte le successive fasi per l’acquisto.
La chiami, ti organizzi un appuntamento insieme, e andate a vederlo. Per bloccarlo serve poi un assegno di 5.000€, ma per quello sarà Elena a spiegarti tutte le successive fasi per l’acquisto (io intanto te lo anticipo, per non rischiare di vederlo e poi che qualcun altro te lo soffi da sotto il naso, nell’attesa di preparare l’assegno).

Giorni di visita, anche questi te li anticipo, sono il Martedì e il Giovedì nel primo pomeriggio, 14.30-15.30.
Spero di essere stato esaustivo su tutto, ma per qualsiasi altra domanda puoi far riferimento direttamente a Elena o scrivermi una mail a davide@casalab.info

Ci vediamo presto in agenzia,
Davide

Efficienza energetica

In fase di definizione