Descrizione

Questo appartamento è l’ideale se stai cercando una sistemazione più comoda per i tuoi genitori, una soluzione che ti permetta di portarli vicino a casa, indipendenti nella quotidianità ma comodi in caso di necessità.

Qui ti ho trovato fuori l’ago nel pagliaio in piazza a Monselice, perché di soluzioni così, al piano terra, su un contesto praticamente indipendente, a due passi dal municipio, non ne esistono altre.

Nel 2004, quando è stato costruito il fabbricato, l’impresa ha avuto un occhio di riguardo per questo target di clienti: ha incrociato la richiesta di mercato, e studiato un’abitazione che pare tagliata su misura per due signori di una certa età, magari persone che provengono da cinquant’anni di casa singola in campagna, ma che ora necessitano di maggiori comodità ai servizi e ai figli.

Le foto parlano da sole, e “raccontano” già molto di quello che troverai quando verrai a vederlo.
L’ingresso indipendente, il soggiorno separato dalla zona cottura, due stanze da letto, il bagno, un ripostiglio.
Non c’è ‘condominio’, si condivide appena l’ingresso carraio e il cortile per parcheggiare l’auto. Per chi proviene da cinquant’anni di casa singola, la giusta via di mezzo, piuttosto che chiudersi in quei palazzoni enormi dove ti senti soffocare al solo pensiero.

Ovvio, sono consapevole -perché ho già seguito parecchie situazioni del genere- che convincere due genitori di una certa età a spostarsi non è affatto semplice. Capisco te, che averli vicini in piazza sarebbe come tirare un sospiro di sollievo, capisco loro, che staccarli dalla realtà dove hanno sempre vissuto non è affatto facile.

Proprio per questo, qui hai l’ultimo jolly da giocarti con loro.
Ti suggerisco alcune situazioni quotidiane per aiutarli a decidere, quando verrete insieme a vederlo.

Cucinotto separato dal salotto.
Immagino tua mamma che ha sempre avuto la cucina per conto suo, dove chiudersi dentro a smacchinare, quando era ora dei grandi pranzi di Natale e di Pasqua: qui non hai salotto e cucina insieme -magari non sono grandi come quelli di casa sua- ma comunque due ambienti divisi, dove basta chiudersi la porta finché tuo papà è di la a guardare la tv.

C’è la seconda cameretta.
Non ci sono 4 stanze come nella casa vecchia, ma non è neanche un buco che non sanno dove mettersi la roba. Qui ci mettono l’armadio, l’asse da stiro, lo stendino, ecc. Hanno una stanza in più, che è indispensabile, ma non hanno 4/5 stanze di cui tre da tenere chiuse a chiave perché non sanno che farne. Tempo in meno da pulire, e bollette per scaldare più basse.

Un bagno grande e un ripostiglio.
Un bagno dove c’è sia la doccia sia la vasca. So che qualcuno ha ancora la fissa della vasca, non tanto per farsi il bagno, ma perché magari serve per lavare il piumone, il tappeto, senza portarli in lavanderia. E’ un po’ la mentalità di una volta. Qui hai sia la vasca e sia la doccia, che invece con l’andare dell’età diventa anche più comoda per tutto.
Non c’è il secondo bagno, che in due sinceramente sarebbe solo una cosa in più da pulire, ma c’è invece un ripostiglio bello comodo per nascondere un po’ di tutto. Magari si fanno un po’ di dispensa, poi il secchio per lavare per terra, aspirapolvere, scope e scopette varie, gli scaffali di tuo papà da riempire di roba, ecc.

L’ingresso indipendente.
Una delle cose più inconcepibili per chi cambia dalla casa singola all’appartamento, è quella di avere a che fare con gli altri. Sono proprio terrorizzati sull’argomento, e li capisco anche, perché in condominio non sai mai con chi ti trovi ad avere a che fare.
Qui invece hai l’entrata per conto tuo, un pezzetto di cortile tutt’attorno che è privato, se vuoi metterti fuori i bidoni, se vuoi tenere un cagnolino, se vuoi piazzarti un tavolino e due sedie d’estate. Altro che condominio…

Nessuno sopra la testa.
Altra situazione difficile da digerire per chi proviene da un contesto dove può fare alto e basso quello che vuole. Qui non hai nessuno sopra-sotto-affianco. Sopra c’è il terrazzo della casa affianco, metti qualche sera d’estate faranno qualche cena fuori, ma non sarà mai come avere 365 giorni all’anno qualcuno che ti cammina sopra la testa alle 11 della sera.

E per finire come è messo dentro…
Ripeto, palazzina del 2004, quindi neanche vent’anni di vita, abitato sempre dall’unica proprietaria, sempre lei da sola, quindi tenuto perfettamente. Andate a scegliere i mobili, perché magari quelli di casa loro sono ancora quelli di quando si sono sposati, li aiuti a preparare gli scatoloni, e traslocano.

Giusto per darti l’idea di quanto ci tenga la proprietaria, ora che non vive più qui da qualche mese, ha incaricato il figlio di sistemare un problema che è uscito quest’inverno che lei non c’era dentro, proprio perché ci tiene a consegnarlo perfetto.
Immagina come può averlo tenuto in tutti questi anni… E’ anche questa un’ulteriore garanzia per chi compra!

Ora, forse mi sono dilungato fin troppo, ma spero di averti dato dei validi suggerimenti per la visita.
Per fissare appuntamento, ti lascio il recapito del collega che si occupa di tutte le trattative d’acquisto, Filippo 3459947284.
Chiamalo meglio sotto mezzogiorno, di solito è l’orario in cui lo trovi un po’ più tranquillo dai suoi appuntamenti.

Ultimissima cosa che mi stavo scordando, c’è anche il posto auto coperto di proprietà, e ovviamente è compreso nel prezzo.

Se verrai a vederlo, vieni da subito con tutte le persone che aiutano nella decisione finale. Siccome è una soluzione molto particolare, non vorrei ti sfuggisse di mano per qualche giorno in più d’attesa per una seconda visita. Vieni con tutti fin dall’inizio, almeno potete ragionarci successivamente con i punti di vista di tutti sul tavolo.

A presto,
Davide

Efficienza energetica

In fase di definizione